Art. 31 Regolamento metodologico: IMPEGNI

L'impegno costituisce il passo mediante il quale l'E/G cammina lungo il sentiero. Per essere efficaci, gli impegni devono essere: 

  • concreti
  • verificabili 
  • condivisi nella comunità 
  • puntuali, cioè limitati nel tempo 
  • orientati al raggiungimento della tappa.

Gli impegni vengono assunti da ogni E/G vivendo le occasioni di: 

  • posti d'azione nel corso dell'impresa 
  • specialità individuali 
  • incarichi di squadriglia 
  • buone azioni 
  • altre occasioni concrete che si presentino nello sviluppo della vita di reparto ed al di fuori di esso.

Il numero degli impegni non è definibile a priori, ma legato all'unicità del sentiero di ogni E/G. Sono visualizzati secondo le differenti tradizioni, per essere messi a conoscenza di tutta la comunità di reparto e, in modo particolare, della comunità di squadriglia.

Art. 32 Regolamento metodologico: METE

La meta è la prospettiva di cambiamento che l'E/G intuisce e definisce e verso cui orienta i suoi impegni per il raggiungimento della tappa.
Viene individuata dall'E/G mediante il confronto con i capi, realizzabile negli spazi e nei tempi concessi in ogni momento dalla vita del reparto, e accogliendo quanto è stato espresso nei consigli della Legge. Le mete derivano dalla lettura della propria attuale condizione rispetto alla proposta della tappa da per-correre e devono essere:

  • di respiro temporale sufficientemente ampio;
  • impegnative, ma proporzionate alle forze dei ragazzi e delle ragazze;
  • legate alla vita quotidiana dell'esploratore e della guida; 
  • verificabili da sé e dagli altri; 
  • devono richiedere sforzo e tenacia per il loro raggiungimento.

[...]