Art. 4 Regolamento metodologico: LA LEGGE

La Legge, con i suoi inviti al fare, all’agire, va vissuta come la tensione verso valori che accomunano tutti gli scout, assumendo altresì, in questa età, un significato di iniziazione allo sviluppo della coscienza morale.
Per questo la tensione verso la Legge è costante nel tempo e favorisce negli esploratori e nelle guide un riferimento lungo il sentiero della progressione personale. Affinché non si crei nella mente dei ragazzi l’idea di una distanza incolmabile tra la pratica quotidiana e gli ideali della Legge, i capi avranno l’attenzione di porla come punto di riferimento costante nel sentiero di ogni esploratore e guida e nelle verifiche di reparto, aiutandoli a viverla come stimolo e ragione di fiducia nella propria capacità di miglioramento.

La Legge è così formulata.

"La guida e lo scout:

  1. pongono il loro onore nel meritare fiducia; 
  2. solo leali; 
  3. si rendono utili ed aiutano gli altri; 
  4. sono amici di tutti e fratelli di ogni altra guida e scout; 
  5. sono cortesi; 
  6. amano e rispettano la natura; 
  7. sanno obbedire; 
  8. sorridono e cantano anche nelle difficoltà; 
  9. sono laboriosi ed economi; 
  10. sono puri di pensieri, parole e azioni."