Art. 11 Regolamento metodologico: COMUNITA'

La comunità si fonda sulle esperienze concrete vissute e condivise dai rover e dalle scolte che insieme camminano, pregano e servono.
La comunità aiuta ogni rover e scolta a scoprire e maturare la propria vocazione personale, a vivere la dimensione ecclesiale della fede, a conoscere la realtà che li circonda e ad agire in essa. In un clima fraterno, attraverso il rispetto dei tempi di crescita dei singoli, i rover e le scolte si impegnano ad attuare e verificare, con l’aiuto degli altri, un cammino di crescita che, pur essendo personale, cerca di essere adeguato al passo di tutta la comunità, attento in particolare a chi fa più fatica, infondendo forza e coraggio nel portare avanti scelte forti nella consapevolezza di non essere soli.

La comunità è un luogo dove tutti possono esprimersi, dove si impara ad accettare e rispettare il punto di vista dell’altro e a prendere le decisioni che riguardano tutti, insieme e in maniera democratica e responsabile. Le scelte della comunità dovranno essere costantemente verificate con la Legge, la Carta di Clan, il Vangelo.

La comunità è dinamica, accogliente e aperta all’esterno, in costante relazione con il territorio, l’Associazione e la Chiesa locale. La comunità educa a "partire" ossia stimola i singoli a vivere esperienze formative anche all’esterno di essa e a condividerne il senso nello scambio reciproco, portando ricchezza al proprio interno.